BANDO PER AGEVOLAZIONI MARCHI+2021.

Anche quest’anno, il Ministero dello Sviluppo Economico ha promosso un bando volto a sostenere le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero. Questo articolo ti interessa se sei già titolare di un marchio registrato UE o internazionale, perché riassume i tratti principali del bando. Se non hai un marchio registrato, ma hai un’attività può essere utile leggerlo ugualmente. Questa tipologia di bando viene, infatti, adottata molto spesso e magari, potresti pensare di usufruirne in futuro, dopo aver registrato il tuo marchio. Col Bando Marchi+2021, il MISE ha stanziato 3 milioni di euro al fine di incentivare e sostenere la capacità competitiva ed innovativa delle PMI. Peraltro, se non hai ancora un marchio registrato ma hai intenzione di registrarne uno, potrebbe interessarti anche questo bando.

A CHI SI RIVOLGE IL BANDO?

Micro, piccole e medie imprese  (come da Raccomandazione 2003/361/CE)  con sede legale e operativa in Italia

IN CHE COSA CONSISTONO LE AGEVOLAZIONI?

Sono previste due misure agevolative.

1)MISURA A

Agevolazioni per favorire registrazione di marchi dell’Unione Europa presso l’EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Alla data di presentazione della domanda di partecipazione al Bando, l’impresa deve aver ottenuto la registrazione di un marchio dell’Unione Europea depositato a partire dall’1 giugno 2018.

2)MISURA B

Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

L’impresa che intende partecipare deve aver effettuato, a partire dall’1 giugno 2018: il deposito della domanda di registrazione presso Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI) di un marchio registrato o depositato italiano o UE e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione, OPPURE il deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione. L’impresa, alla data di presentazione della domanda di partecipazione al Bando deve avere anche ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul registro internazionale dell’OMPI:

QUALI SONO LE SPESE RIMBORSABILI?

  • Progettazione della rappresentazione del marchio (non applicabile al marchio puramente verbale)
  • Assistenza per il deposito della domanda di registrazione
  • Ricerche di anteriorità (ricerca di marchi identici o simili)
  • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione
  • Tasse di deposito 

IN CHE MISURA SONO RIMBORSABILI LE SPESE?

MARCHIO UE (MISURA A)

L’80% delle spese ammissibili sostenute per l’acquisizione dei servizi specialistici ed il 50% delle tasse di deposito del marchio.

Importo massimo complessivo dell’agevolazione: € 6.000  per ciascuna domanda di marchio UE.

Di seguito la tabella contenente gli importi massimi rimborsabili per ciascuna tipologia servizio, estratto dal Bando Marchi+2021.

MARCHIO INTERNAZIONALE (MISURA B)

1)L’80% delle spese ammissibili sostenute e delle tasse di deposito.
Importo massimo complessivo dell’agevolazione € 8.000 per marchio.


2) 
90% delle spese ammissibili sostenute  e delle tasse di deposito nel caso in cui vengano designati Usa o Cina
Importo massimo dell’agevolazione € 8.000 per marchio.

L’agevolazione in generale può essere concessa fino al valore massimo di  € 20.000 per impresa (qualora l’impresa sia titolare di più marchi UE e/o internazionali).

Di seguito, la tabella che riporta gli importi massimi rimborsabili per ciascuna tipologia servizio, estrapolata dal Bando Marchi+2021.

QUAL È IL TERMINE PER PARTECIPARE?

Le domande di partecipazione al bando potranno essere depositate a partire dalle ore 9.30 dal 19 ottobre 2021, sino ad esaurimento delle risorse.

Ricorda, in ogni caso, che questo articolo è un riassunto dei punti principali del bando e che i requisiti per poter essere validamente partecipare sono molteplici e vanno ponderati preferibilmente con l’aiuto di un* commercialista o di un* consulente espert* di finanza agevolata.